Notizie

A far data dal 16 febbraio 2018 è possibili inoltrare Richiesta di Autorizzazione Paesaggistica per via telematica al Comune di Torino. Il modello contiene altresì la richiesta di "Accertamento di compatibilità paesaggistica".

A far data dall'8 GENNAIO 2018 gli indirizzi relativi ad opere edilizie inseriti tramite il sistema Mude Piemonte dovranno, obbligatoriamente, essere rilevati attraverso l'utilizzo della funzione di georeferenziazione, scegliendo fra quelli proposti dal sistema senza alterarne il contenuto, al fine di consentirne il corretto inserimento toponomastico nell'archivio.

Le pratiche per le quali non risulterà correttamente individuato l'indirizzo, rispetto a quanto codificato nella toponomastica cittadina, verranno restituite per la regolarizzazione dell'indirizzo sopraindicata.

Si precisa che, solo ed esclusivamente per i nuovi indirizzi non ancora codificati in toponomastica e quindi non georiferiti, al fine di permettere l'inoltro della pratica edilizia, si potrà, con una dichiarazione specifica del professionista incaricato, indicare un fronte (o un civico più prossimo al cantiere o al futuro ingresso finale dell'edificio) con l'impegno a comunicare il nuovo indirizzo assegnato non appena ottenuto.

Si comunica che il servizio MUDE è nuovamente disponibile.

A seguito dell’entrata in vigore della modulistica unificata nazionale adottata dalla Conferenza Unificata nelle sedute del 4 maggio 2017 e del 6 luglio 2017, è proseguita l’opera di miglioramento e approfondimento della modulistica MUDE.

Grazie al contributo e alle segnalazioni provenienti da funzionari comunali e professionisti attenti all’utilizzo della modulistica, nonché all’approfondimento di alcune tematiche e alle recenti modifiche normative, sono state apportate alcune variazioni alla modulistica edilizia sia sul piano dei contenuti che su quello del controllo alla loro compilazione.
I modelli aggiornati saranno oggetto di determina dirigenziale, così come prevista dalla DGR n. 29-5207 del 19 giugno 2017, che formalizza quale contenuto deve avere la modulistica regionale promuovendone la diffusione sul territorio.

I modelli oggetto di perfezionamento sono:

  • Comunicazione Inizio Lavori Asseverata (CILA)
  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)
  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività alternativa a Permesso di Costruire (SCIAaltPdC)
  • Segnalazione Certificata di Agibilità (SCIA-AGI)
  • Segnalazione Certificata di Agibilità in assenza di titolo digitale (SCIA-AGI-ATD)
  • Comunicazione Inizio Lavori per Permesso di Costruire (Inizio Lavori PDC)
  • Comunicazione Fine Lavori per Permesso di Costruire (Fine lavori PDC)
  • Comunicazione Fine Lavori per SCIA e SCIAaltPdC (Fine lavori SCIA)

 

I Comuni che utilizzano la modulistica MUDE in forma telematica possono segnalare sul proprio sito istituzionale il link alla modulistica regionale (http://www.mude.piemonte.it/site/documenti-e-guide-per-i-comuni), in ottemperanza a quanto previsto dal comma 3, articolo 1 dell’Accordo nonché a quanto segnato al comma 2, articolo 2 del DLgs 126/2016.
Trattandosi di modelli informatizzati e soggetti a trasmissione telematica, i Comuni piemontesi rispetteranno il dettato normativo di unificazione a livello regionale adottando il sistema MUDE Piemonte, che consente, ai professionisti operanti sul territorio della Regione Piemonte, la necessaria uniformazione informativa ed operativa, principali obiettivi dell’Accordo siglato.
I Comuni che non abbiano ancora aderito al progetto “MUDE Piemonte” e non abbiano attivato l’applicazione del sistema on-line potranno, in via transitoria, reperire i contenuti dei modelli di cui sopra, adeguati a quelli nazionali, dai modelli fac-simile pubblicati nel portale a scopo esclusivamente informativo.

I Comuni troveranno le necessarie informazioni per l’adesione al sistema e la conseguente adozione dei modelli sul portale Mude Piemonte nella sezione dedicata ai Comuni che si trova nel menu in alto a destra.

Si ringrazia per la collaborazione

Si invitano i professionisti che operano per la ricostruzione post sisma in centro Italia a non utilizzare i contatti telefonici segnalati e previsti per chi opera in Regione Piemonte e in Regione Emilia Romagna.

Per assistenza alla compilazione o segnalazione di errori nella modulistica siete pregati di aprire un ticket alla seguente URL:   https://assistenza.sisma2016.gov.it

Quando la struttura commissariale avrà definito un riferimento telefonico verrà fornita specifica comunicazione e pubblicazione del riferimento.

Grazie per la collaborazione

Da alcuni giorni è disponibile la versione 2017 della Base Dati Territoriale di riferimento degli Enti (BDTRE).

L'elenco delle novità dell'edizione 2017 sono disponibili sul geoportale regionale http://www.geoportale.piemonte.it/cms/archivio-news/62-rilasciata-l-edizione-2017-della-bdtre-2

La base dati geografica del territorio piemontese, promossa dalla regione Piemonte, è utilizzata dal sistema MUDE Piemonte per le operazioni di georiferimento dell’intervento edilizio.

Si comunica che in data 7 marzo 2017 è previsto il rilascio della versione 52 di Mozilla Firefox e che, a partire dalla suddetta versione, Mozilla Firefox dismette il supporto NPAPI dei plug-in di terze parti, fra cui quello di Adobe che consente la compilazione online dei moduli.

Per quanto precede si evidenzia dunque che a partire dalla versioni 52, Mozilla Firefox NON sarà più compatibile con le funzioni di compilazione online dell'applicativo MUDE.

Al fine di consentire ai propri utenti una graduale transizione a diversa soluzione, Mozilla ha previsto di mantenere la compatibilità con la tecnologia plug-in NPAPI fino a maggio 2018 tramite Firefox ESR, scaricabile dal seguente link:

https://www.mozilla.org/en-US/firefox/organizations/all/?q=italiano

Si raccomanda dunque agli utenti Firefox dell'applicativo MUDE di fare ricorso alla distribuzione alternativa Firefox ESR gratuitamente distribuita al suddetto link.

E’ possibile bloccare l'aggiornamento automatico della versione del browser selezionando Opzioni=>Avanzate=>Aggiornamenti =>Non cercare aggiornamenti.

L'applicativo MUDE sarà compatibile con i browser:

Si comunica che il servizio è stato riattivato.

Sono ora operative alcune variazioni che interessano tutti gli utilizzatori della piattaforma MUDE Piemonte:

  • Rimodulazione stato istanza “ACCETTATA da PA” in “REGISTRATA da PA”;
  • Rimodulazione stato istanza “RIFIUTATA da PA” in “RESTITUITA per VERIFICHE”;
  • Comunicazione all’interno delle Notifiche istanze e nella relativa mail inviata al professionista, delle indicazioni relative all’avvio del procedimento;
  • Miglioramenti al modello “Attestazione di Agibilità”.

Si ringrazia per la collaborazione.

In merito alle anomalie segnalate la settimana scorsa nella gestione delle date da parte della versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC, comunichiamo che abbiamo ricevuto comunicazione da parte di Adobe in cui si informa che è stata predisposta una patch di correzione, reperibile all'indirizzo https://helpx.adobe.com/acrobat/release-note/acrobat-dc-january-19-2017.html.

Le note di release relative alla patch sono all'indirizzo http://www.adobe.com/devnet-docs/acrobatetk/tools/ReleaseNotes/DC/dcclassic15.006january2017ooc.html#forms

Di fatto la patch avanza la release di Adobe Acrobat DC dalla 15.023.20053 (ovvero quella che presenta l'anomalia) alla successiva 15.023.20056.

Invitiamo pertanto l'utenza che sta utilizzando la versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC a:

  • installare la patch sopra citata (a questo proposito Adobe comunica che i pacchetti distribuiti alla pagina di riferimento sono preconfezionati in modo da eseguire l'aggiornamento solo sull'ambiente corretto, ovvero se si dovesse scaricare erroneamente l'eseguibile non corretto per il proprio ambiente, la patch automaticamente se ne accorgerebbe e non si avrebbero conseguenze)
  • verificare le proprie istanze di competenza inserite dal 17 gennaio fino alla data di installazione della patch, in modo da controllare che le date effettivamente presenti a sistema siano corrette

Ringraziamo per la collaborazione

Il Commissario straordinario del Governo, Vasco Errani, nominato dal Consiglio dei Ministri per la ricostruzione nei territori del centro Italia colpiti dal terremoto, ha richiesto formalmente alla Regione Piemonte e al Comune di Torino, nonché alla Regione Emilia Romagna, l’utilizzo della piattaforma MUDE Piemonte e della relativa modulistica, per gestire tutte le richieste di contributo per la ricostruzione, così come avvenuto per il sisma 2012 che ha colpito l’Emilia Romagna.
La Regione Piemonte e il Comune di Torino hanno risposto affermativamente alla richiesta del Commissario, pertanto sono iniziate le attività necessarie a configurare la piattaforma alle nuove esigenze.
Questo nuovo utilizzo del MUDE Piemonte, che vede coinvolte quattro Regioni e 131 Comuni, comporta delle ricadute sugli attuali utilizzatori del sistema esclusivamente per quanto riguarda la fruizione del servizio in quanto, sicuramente nella prima fase di assestamento della modulistica in ragione delle ordinanze commissariali, si potranno verificare dei fermo servizio con frequenza maggiore rispetto a quella canonica e programmata.
Siamo certi che questo disagio sarà compreso dagli attuali utilizzatori del sistema, che ringraziamo fin d’ora per la considerazione e collaborazione.

Alla sezione Tavolo MUDE sono pubblicati Ordine del Giorno  e Verbale della riunione del Tavolo tenutasi il 12 gennaio 2017.