Notizie

Si comunica che dal 15 aprile 2017 il comune di Lessolo attiverà il servizio MUDE per la presentazione on-line delle pratiche edilizie.

Fino alla data del 30 aprile saranno ancora accettate le pratiche cartacee, dopo saranno accettate solo pratiche pervenute in maniera telematica.

Sul sito istituzionale del comune è disponibile il comunicato con tutte le informazioni a riguardo.

Da alcuni giorni è disponibile la versione 2017 della Base Dati Territoriale di riferimento degli Enti (BDTRE).

L'elenco delle novità dell'edizione 2017 sono disponibili sul geoportale regionale http://www.geoportale.piemonte.it/cms/archivio-news/62-rilasciata-l-edizione-2017-della-bdtre-2

La base dati geografica del territorio piemontese, promossa dalla regione Piemonte, è utilizzata dal sistema MUDE Piemonte per le operazioni di georiferimento dell’intervento edilizio.

Si comunica che da oggi 13 marzo 2017 il comune di San Giusto Canavese ha attivato il servizio MUDE  per la presentazione on-line delle pratiche edilizie.

Si comunica che in data 7 marzo 2017 è previsto il rilascio della versione 52 di Mozilla Firefox e che, a partire dalla suddetta versione, Mozilla Firefox dismette il supporto NPAPI dei plug-in di terze parti, fra cui quello di Adobe che consente la compilazione online dei moduli.

Per quanto precede si evidenzia dunque che a partire dalla versioni 52, Mozilla Firefox NON sarà più compatibile con le funzioni di compilazione online dell'applicativo MUDE.

Al fine di consentire ai propri utenti una graduale transizione a diversa soluzione, Mozilla ha previsto di mantenere la compatibilità con la tecnologia plug-in NPAPI fino a maggio 2018 tramite Firefox ESR, scaricabile dal seguente link:

https://www.mozilla.org/en-US/firefox/organizations/all/?q=italiano

Si raccomanda dunque agli utenti Firefox dell'applicativo MUDE di fare ricorso alla distribuzione alternativa Firefox ESR gratuitamente distribuita al suddetto link.

E’ possibile bloccare l'aggiornamento automatico della versione del browser selezionando Opzioni=>Avanzate=>Aggiornamenti =>Non cercare aggiornamenti.

L'applicativo MUDE sarà compatibile con i browser:

Si comunica che dal 1° Marzo 2017 il comune di Limone Piemonte attiverà il servizio MUDE  per la presentazione on-line delle pratiche edilizie.

Sul sito istituzionale del comune è disponibile il comunicato con tutte le informazioni a riguardo.

Come già comunicato a fine gennaio 2017, CSI Piemonte, in accordo con Regione Piemonte, ha avviato un'indagine on line di Customer Satisfaction rivolta ai Professionisti utenti del Servizio MUDE Piemonte verso i Comuni Piemontesi, per valutarne il livello di soddisfazione, raccogliere informazioni e suggerimenti con lo scopo di migliorarlo.

Si invitano i Professionisti che hanno ricevuto la mail personalizzata, proveniente dall’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , di procedere, nel caso in cui non lo abbiano ancora fatto, alla compilazione del questionario on line.
Le informazioni saranno raccolte in forma anonima nel rispetto della legge sulla Privacy D.Lgs 196/03.

Grazie a tutti per la preziosa collaborazione.

Eventuali chiarimenti potranno essere richiesti alla seguente mail:
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si comunica che dal 1° febbraio 2017 il comune di Borgofranco d'Ivrea ha attivato il servizio MUDE Piemonte per la presentazione on-line delle pratiche edilizie.

Sul sito istituzionale del comune, alla seguente pagina, si troveranno tutte le informazioni a riguardo.

Si comunica che il servizio è stato riattivato.

Sono ora operative alcune variazioni che interessano tutti gli utilizzatori della piattaforma MUDE Piemonte:

  • Rimodulazione stato istanza “ACCETTATA da PA” in “REGISTRATA da PA”;
  • Rimodulazione stato istanza “RIFIUTATA da PA” in “RESTITUITA per VERIFICHE”;
  • Comunicazione all’interno delle Notifiche istanze e nella relativa mail inviata al professionista, delle indicazioni relative all’avvio del procedimento;
  • Miglioramenti al modello “Attestazione di Agibilità”.

Si ringrazia per la collaborazione.

In merito alle anomalie segnalate la settimana scorsa nella gestione delle date da parte della versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC, comunichiamo che abbiamo ricevuto comunicazione da parte di Adobe in cui si informa che è stata predisposta una patch di correzione, reperibile all'indirizzo https://helpx.adobe.com/acrobat/release-note/acrobat-dc-january-19-2017.html.

Le note di release relative alla patch sono all'indirizzo http://www.adobe.com/devnet-docs/acrobatetk/tools/ReleaseNotes/DC/dcclassic15.006january2017ooc.html#forms

Di fatto la patch avanza la release di Adobe Acrobat DC dalla 15.023.20053 (ovvero quella che presenta l'anomalia) alla successiva 15.023.20056.

Invitiamo pertanto l'utenza che sta utilizzando la versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC a:

  • installare la patch sopra citata (a questo proposito Adobe comunica che i pacchetti distribuiti alla pagina di riferimento sono preconfezionati in modo da eseguire l'aggiornamento solo sull'ambiente corretto, ovvero se si dovesse scaricare erroneamente l'eseguibile non corretto per il proprio ambiente, la patch automaticamente se ne accorgerebbe e non si avrebbero conseguenze)
  • verificare le proprie istanze di competenza inserite dal 17 gennaio fino alla data di installazione della patch, in modo da controllare che le date effettivamente presenti a sistema siano corrette

Ringraziamo per la collaborazione

Il Commissario straordinario del Governo, Vasco Errani, nominato dal Consiglio dei Ministri per la ricostruzione nei territori del centro Italia colpiti dal terremoto, ha richiesto formalmente alla Regione Piemonte e al Comune di Torino, nonché alla Regione Emilia Romagna, l’utilizzo della piattaforma MUDE Piemonte e della relativa modulistica, per gestire tutte le richieste di contributo per la ricostruzione, così come avvenuto per il sisma 2012 che ha colpito l’Emilia Romagna.
La Regione Piemonte e il Comune di Torino hanno risposto affermativamente alla richiesta del Commissario, pertanto sono iniziate le attività necessarie a configurare la piattaforma alle nuove esigenze.
Questo nuovo utilizzo del MUDE Piemonte, che vede coinvolte quattro Regioni e 131 Comuni, comporta delle ricadute sugli attuali utilizzatori del sistema esclusivamente per quanto riguarda la fruizione del servizio in quanto, sicuramente nella prima fase di assestamento della modulistica in ragione delle ordinanze commissariali, si potranno verificare dei fermo servizio con frequenza maggiore rispetto a quella canonica e programmata.
Siamo certi che questo disagio sarà compreso dagli attuali utilizzatori del sistema, che ringraziamo fin d’ora per la considerazione e collaborazione.