Notizie

Si comunica che il servizio MUDE è nuovamente accessibile.

La Giunta regionale, con D.G.R. 13 giugno 2016, n. 28-3481 (pubblicata sul BU Bollettino Ufficiale n. 24 del 16/06/2016),  ha adeguato i contenuti informativi dei modelli "MUDE Piemonte" a quelli nazionali adottati con "Accordo tra Governo, regioni e EELL, per l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione della Denuncia di Inizio Attività alternativa al permesso di costruire. Accordo, ai sensi dell'art. 9, c. 2, lett. c), dlgs 28 agosto 1997, n. 281", nonché la loro diffusione con il sistema telematico MUDE Piemonte.

In occasione di precedenti dichiarazioni di conformità della modulistica regionale, l’Assessore competente, con comunicato BU51S2 18/12/2014, aveva fornito ulteriori elementi di indirizzo alla conformità dei modelli, al loro utilizzo e diffusione.

Il 26 maggio 2016 con Decreto del Presidente della Giunta regionale 23 maggio 2016, n. 6/R è stato pubblicato sul BUR il regolamento “Norme in materia di sicurezza per l’esecuzione dei lavori in copertura (Articolo 15, legge regionale 14 luglio 2009 n. 20)” (http://www.mude.piemonte.it/site/normativa/category/3-normativa-edilizia) che disciplina e definisce, per gli interventi in copertura, i requisiti tecnici operativi per le specifiche misure di sicurezza da adottare e la relativa documentazione da allegare al progetto, nonché le attestazioni in sede di dichiarazione di ultimazione lavori o di corretta installazione a garanzia dell'idoneità dell'opera.
Entro metà giugno la modulistica MUDE Piemonte sarà adeguata affinché fra gli allegati previsti nei vari modelli interessati, siamo presenti quelli riferiti agli Elaborati Tecnici di Copertura (ETC) raccolti sotto un nuovo gruppo allegati denominato “LAVORI IN COPERTURA”. Questo al fine di consentire ai professionisti che eseguono lavori in copertura di poter inoltrare al Comune la documentazione prevista dal regolamento per tali lavori.
In allegato al regolamento regionale sono pubblicati i modelli cartacei degli ETC. Questi modelli possono essere utilizzati in attesa della pubblicazione sul sito del MUDE Piemonte degli stessi in formato digitale (PDF) scaricabili e direttamente compilabili sul proprio personal computer.

La Base Dati Territoriale di Riferimento degli Enti (BDTRE) è la base dati geografica del territorio piemontese promossa dalla regione Piemonte, con i contenuti propri di una cartografia tecnica, strutturata secondo le "Regole tecniche per la definizione delle specifiche di contenuto dei database geotopografici" nazionale e in primo luogo finalizzata a supportare le attività di pianificazione, governo e tutela del territorio.

Per consentirne la piena fruizione ai vari soggetti interessati (Enti della PA Piemontese, professionisti, enti universitari e di ricerca, cittadini) la Regione Piemonte rende disponibile la BDTRE in modalità open. Tutti i dati e i servizi della BDTRE pubblicati sono resi disponibili con licenza Creative Commons - BY 2.5.

Il progetto MUDE Piemonte utilizza la BDTRE per le operazioni di georiferimento dell’intervento edilizio.

Per saperne di più visita il sito http://www.geoportale.piemonte.it/cms/archivio-news/40-rilasciata-l-edizione-2016-della-bdtre

Per evitare l'esercizio del diritto di revoca di un ordine di pagamento, previsto da ogni piattaforma bancaria, si SOTTOLINEA la NECESSITA' di inserire, durante la compilazione del MUDE e in caso di pagamento con BONIFICO, la CONTABILE BANCARIA anziché il semplice ORDINE di BONIFICO.

In caso di inserimento del semplice ORDINE, la pratica edilizia sarà sospesa e verrà richiesta tale CONTABILE.
Al fine di una corretta rendicontazione, si richiede, altresì, di effettuare il versamento di quanto dovuto nel breve periodo antecedente il deposito della pratica nel Sistema MUDE Piemonte.

Si ricordano, infine, le coordinate per effettuare i pagamenti per tutte le pratiche edilizie:
c.c.b. n. 103372817
Iban n. IT 77 C 02008 01152 000103372817
codice BIC SWIFT UNCRITM1AF2
Intestato a "Comune di Torino - Servizio Sportello per l'Edilizia e l'Urbanistica"
presso BANCA UNICREDIT - VIA GARIBALDI - TORINO
 oppure
c.c.p. n. 43501220
Iban n. IT 35 G 07601 01000 000043501220
intestato a "Comune di Torino - Servizio Sportello per per l'Edilizia e l'Urbanistica"
presso POSTE ITALIANE S.P.A.
(18 aprile 2016) 

Si ricorda che per un corretto utilizzo del sistema è necessario pulire la cache del browser prima di effettuare l'accesso al Mude.

Ringraziamo per la collaborazione

Si comunica che, a partire dall'anno in corso, gli utenti della Pubblica Amministrazione in possesso di login e password per accedere al Back End del Mude che hanno necessità di effettuare un reset password (in quanto scaduta e/o smarrita), potranno farlo in autonomia collegandosi al link http://www.sistemapiemonte.it/cms/pa/servizi-per-gli-enti-locali/servizi/38-cambio-password  scegliendo la voce "Self Reset Password (SRP)".

Per dettagli sull'utilizzo di tale procedura è disponibile il relativo manuale (consultabile anche nell'apposita sezione del sito dedicata alle guide per i comuni).

L'azienda Google Inc., produttrice di Chrome, da tempo ha annunciato un percorso per  interrompere il supporto dei plugin NPAPI (Netscape Plugin Application Programming Interface) nel corso dell’anno 2015 (articolo originale in lingua inglese ).

L’interruzione definitiva del supporto è prevista a settembre 2015, ne consegue che da tale data la compilazione delle istanze attraverso il servizio MUDE non potrà avvenire con l’utilizzo del browser GoogleChrome.

Se dovessero intervenire variazioni a quanto esposto ve ne daremo notizia.

 

Il Tavolo Tecnico MUDE, al quale partecipano i rappresentanti dei Comuni aderenti e degli Ordini Professionali con il coordinamento della Regione Piemonte, ha definito alcuni criteri e metodi base che possono essere utilizzati dai professionisti nella redazione degli elaborati tecnici di progetto. Questi criteri sono tradotti nel documento Guida MUDE - Linee guida redazione elaborati grafici_V01-17giu2015 .
L’intento della guida è di suggerire dei metodi di rappresentazione grafica ed i organizzazione delle informazioni che essendo condivisi con chi effettua l’istruttoria tecnica, possono contribuire a facilitare e snellire la lettura e interpretazione del progetto nella fase dell’istruttoria.
La guida si propone come sede di confronto e collaborazione fra professionisti e istruttori comunali, pertanto questa versione è da considerare come rappresentazione del primo risultato del confronto, che potrà sicuramente essere integrata e arricchita con l’esperienza e il contributo di chi la vorrà utilizzare.
Questa guida propone un metodo di rappresentazione grafica da applicare alla progettazione architettonica, mentre per la rappresentazione della progettazione strutturale, è stato aperto un nuovo tavolo di confronto con lo scopo di riproporre l’esperienza e pervenire ad analoga guida in ambito di progettazione strutturale.

 

In ragione di quanto contenuto nella Legge Regionale 11 marzo 2015, n. 3 "Disposizioni regionali in materia di semplificazione", pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 2 al B.U. n. 10 del 12/03/2015, si è proceduto all’aggiornamento della modulistica MUDE. In particolare gli aggiornamenti sono conseguenti a quanto disposto al “Capo VIII - Semplificazione in materia di energia” art. 42 comma 1 e al “Capo IX - Semplificazione in materia di edilizia ed urbanistica” art. 43 comma 19. 

Gli aggiornamenti hanno interessato buona parte dei modelli sia nella sezione asseverativa che in quella degli allegati.

Inoltre si è provveduto a perfezionare la sezione vincoli e tutela funzionale in ragione delle indicazioni pervenute dai comuni dietro segnalazione della Sovrintendenza Archeologica.

Sempre su indicazione dei comuni si è provveduto a includere nuovi documenti prodotti dalla PA da inserire nel fascicolo digitale. Le codifiche relative alle novità introdotte dai modelli e attinenti ai documenti della PA, vengono comunicate alle società fornitrici dei software gestionali e pubblicate sul sito MUDE Piemonte.

Ringraziamo per la collaborazione