News


Si comunica che il servizio è stato riattivato.

Sono ora operative alcune variazioni che interessano tutti gli utilizzatori della piattaforma MUDE Piemonte:

  • Rimodulazione stato istanza “ACCETTATA da PA” in “REGISTRATA da PA”;
  • Rimodulazione stato istanza “RIFIUTATA da PA” in “RESTITUITA per VERIFICHE”;
  • Comunicazione all’interno delle Notifiche istanze e nella relativa mail inviata al professionista, delle indicazioni relative all’avvio del procedimento;

Si ringrazia per la collaborazione.

In merito alle anomalie segnalate la settimana scorsa nella gestione delle date da parte della versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC, comunichiamo che abbiamo ricevuto comunicazione da parte di Adobe in cui si informa che è stata predisposta una patch di correzione, reperibile all'indirizzo https://helpx.adobe.com/acrobat/release-note/acrobat-dc-january-19-2017.html.

Le note di release relative alla patch sono all'indirizzo http://www.adobe.com/devnet-docs/acrobatetk/tools/ReleaseNotes/DC/dcclassic15.006january2017ooc.html#forms

Di fatto la patch avanza la release di Adobe Acrobat DC dalla 15.023.20053 (ovvero quella che presenta l'anomalia) alla successiva 15.023.20056.

Invitiamo pertanto l'utenza che sta utilizzando la versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC a:

  • installare la patch sopra citata (a questo proposito Adobe comunica che i pacchetti distribuiti alla pagina di riferimento sono preconfezionati in modo da eseguire l'aggiornamento solo sull'ambiente corretto, ovvero se si dovesse scaricare erroneamente l'eseguibile non corretto per il proprio ambiente, la patch automaticamente se ne accorgerebbe e non si avrebbero conseguenze)
  • verificare le proprie istanze di competenza inserite dal 17 gennaio fino alla data di installazione della patch, in modo da controllare che le date effettivamente presenti a sistema siano corrette

Ringraziamo per la collaborazione

Il Commissario straordinario del Governo, Vasco Errani, nominato dal Consiglio dei Ministri per la ricostruzione nei territori del centro Italia colpiti dal terremoto, ha richiesto formalmente alla Regione Piemonte e al Comune di Torino, nonché alla Regione Emilia Romagna, l’utilizzo della piattaforma MUDE Piemonte e della relativa modulistica, per gestire tutte le richieste di contributo per la ricostruzione, così come avvenuto per il sisma 2012 che ha colpito l’Emilia Romagna.
La Regione Piemonte e il Comune di Torino hanno risposto affermativamente alla richiesta del Commissario, pertanto sono iniziate le attività necessarie a configurare la piattaforma alle nuove esigenze.
Questo nuovo utilizzo del MUDE Piemonte, che vede coinvolte quattro Regioni e 131 Comuni, comporta delle ricadute sugli attuali utilizzatori del sistema esclusivamente per quanto riguarda la fruizione del servizio in quanto, sicuramente nella prima fase di assestamento della modulistica in ragione delle ordinanze commissariali, si potranno verificare dei fermo servizio con frequenza maggiore rispetto a quella canonica e programmata.
Siamo certi che questo disagio sarà compreso dagli attuali utilizzatori del sistema, che ringraziamo fin d’ora per la considerazione e collaborazione.

Si comunica che l'istituto in oggetto NON deve più essere utilizzato per la presentazione di eventuali nuove istanze RCR. Rimane invece possibile appoggiarsi a tale istituto per completare i SAL per gli interventi già avviati.

Ringraziamo per la collaborazione

Si comunica che dopo il rilascio di ieri, 15 novembre, sono state introdotte modifiche e aggiornamenti alla modulistica.

Nello specifico siamo lieti di annunciare che sono ora disponibili:

  • DUE NUOVI MODULI DI RICHIESTA di contributo (RCR) al posto del modulo di richiesta vigente
  •  i relativi MODULI derivati di stato di avanzamento lavori (SAL)


Nuovo RCR UNICO AGGIORNATO
Il primo di questi moduli va a sostituire l'attuale RCR, aggiornandolo per recepire tutte le innovazioni normative intercorse da gennaio 2014 ad oggi ed in particolare per permettere all'utente di gestire:

  • la DELOCALIZZAZIONE (tramite l'acquisto di un nuovo terreno, costi e soggetti a questa attività associati ai sensi dell'ordinanza N. 15/2015)
  • il regime dei DE MINIMIS (per le attività produttive in condominio con abitazioni ai sensi dell'ordinanza N. 14/2016 e Regolamento UE N. 1407/2013)
  • la convenzione con il Comune per AFFITTO A CANONE AGEVOLATO (ai sensi dell'ordinanza N. 32/2014)

tramite una nuova serie di quadri informativi aggiuntivi rispetto alla modulistica vigente.

In aggiunta a ciò, sono state apportate ulteriori modifiche alla modulistica quali ad esempio:

  • semplificazione del quadro UMI (non sarà più richiesto il numero di perimetrazione comunale)
  • nuova dichiarazione sull'assenza di conflitto di interessi tra progettista ed impresa assuntrice dei lavori
  • aggiornamento del quadro informativo di iscrizione alle white list provinciali
  • introduzione di un nuovo istituto di credito convenzionato (Banca Sella SpA)


Il modulo RCR UNICO AGGIORNATO sostituirà al momento della creazione di nuove istanze il modulo RCR UNICO PRECEDENTE che perdurerà soltanto per le istanze già create.
Questo significa che le pratiche create IN BOZZA ma non ancora DEPOSITATE (inviate ai Comuni) potranno ancora essere depositate dopo la data del cambio di modulo senza dovere ricominciare la compilazione da capo e SENZA PERDERE ALCUN DATO INSERITO.

Modulo RCR ACQUISTO IMMOBILE ALTERNATIVO

Il secondo modulo invece si aggiunge al precedente per recepire le casistiche alternative alla delocalizzazione ai sensi della citata ordinanza N. 15/2015 come ad esempio le pratiche di ACQUISTO DI UN IMMOBILE ALTERNATIVO ALLA RICOSTRUZIONE tramite una richiesta MOLTO PIU' SEMPLICE ed un UNICO PAGAMENTO (al momento del rogito).

 

Ringraziamo tutti per la pazienza e la collaborazione.