Nell’ambito delle attività previste dal Programma Operativo Nazionale (PON) Città Metropolitane 2014-2020, la Città di Torino ha inteso promuovere e finanziare la realizzazione della modulistica relativa alla CIL-EL: Comunicazione Inizio Lavori per gli interventi di Edilizia Libera, ai sensi del TUE - art. 6 comma 1 (ad eccezione degli interventi di cui alla lettera e-bis).

Gli sviluppi applicativi realizzati nell’ambito del PON sono identificabili dal marchio relativo al PON Metro e dell’emblema dell’Unione europea.

 LOGO

Compila CIL Edilizia Libera  >>>

 

La Comunicazione di Inizio Lavori per le opere relative a attività Edilizia Libera (CIL-EL) è un modello predisposto per comunicare al Comune di appartenenza l’esecuzione di opere edilizie libere, cioè appartenenti alle opere che si possono realizzare senza alcun preventivo titolo abilitativo, ai sensi dell’art.6 comma 1 del Testo Unico dell’Edilizia (TUE - D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380).

Appartengono a questa categoria, ad esempio, le opere di riparazione o sostituzione di pavimentazione interna e la riparazione, integrazione o rinnovamento dell’impianto igienico e idro-sanitario: le opere, pertanto, che si concretizzano nel semplice rifacimento di un bagno esistente, senza modifiche alle pareti.

Le opere appartenenti alla suddetta categoria sono consultabili nel Glossario dell’Edilizia Libera (ai sensi dell’ art 1, comma 2 del decreto legislativo 25 novembre 2016, n.222).

La Comunicazione di Inizio Lavori per le opere relative a attività Edilizia Libera (CIL-EL) può essere presentata, sotto sua responsabilità, da qualunque cittadino avente titolo giuridico sull’immobile in cui devono essere realizzate le opere, quindi ad esempio dal proprietario dell’alloggio in cui è collocato il bagno oggetto di rifacimento.
È anche possibile per l’avente titolo delegare altra persona alla presentazione della comunicazione in sua vece, non necessariamente un tecnico, ma qualunque soggetto da lui delegato.
L’accesso al servizio è aperto a tutti i cittadini purché dotati di un sistema di riconoscimento previsto dal CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale), ad esempio CIE o SPID o Certificato Digitale. Non è necessario essere in possesso anche di un certificato di firma digitale perché la comunicazione e i suoi allegati non devono essere firmati. Il servizio permette la compilazione del modello di Comunicazione di Inizio Lavori per le opere relative a attività Edilizia Libera (CIL-EL), l’inserimento di allegati e l’invio al Comune nel quale è ubicato l’immobile, che restituirà, all'interno della procedura, gli estremi di protocollazione dell’istanza ricevuta.
Per agevolare la compilazione della comunicazione è stata predisposta una guida dedicata al servizio con la descrizione nel dettaglio di tutti i passaggi da seguire.
Per la Comunicazione di Inizio Lavori di Edilizia Libera (CIL-EL) il Comune non emette alcun provvedimento, perché, trattandosi di comunicazione spontanea non dovuta per norma, non è prevista né istruttoria né richieste da parte del Comune stesso; la procedura della CIL-EL si conclude, pertanto, con l’invio della comunicazione da parte del cittadino e la successiva protocollazione della comunicazione da parte del Comune. Gli estremi della protocollazione della comunicazione sono consultabili tramite lo stesso servizio nella sezione di dettaglio dell’istanza inviata e possono essere utilizzati dal cittadino come prova dell’avvenuta comunicazione di avvio lavori al Comune. Tramite questa procedura NON possono essere comunicate opere diverse da quelle definite "di edilizia libera".
L’onerosità o meno della comunicazione è determinata dal Comune ove è ubicato l’immobile sul quale sono eseguite le opere di edilizia libera.
Le informazioni / indicazioni specifiche di ciascun Comune (ad esempio gli eventuali importi da versare preventivamente all’inoltro della Comunicazione Inizio Lavori di Edilizia Libera), sono consultabili nella sezione del sito Mude dedicata alla operatività presso i Comuni e alle tariffe di presentazione istanze.
Il nuovo modello sarà disponibile per la compilazione e l’invio ai Comuni che ne faranno esplicita richiesta di attivazione al servizio di assistenza MUDE Piemonte. In fase iniziale, pertanto, l’elenco dei Comuni cui inviare la Comunicazione Inizio Lavori per gli interventi di Edilizia Libera, presente all’interno del servizio, può risultare vuoto.