Modalità di presentazione delle pratiche edilizie


  • CILA - compilazione e inoltro on-line - si usa il modello MUDE on-line; N.B. per accedere al servizio deve essere inserito il dispositivo di firma digitale e certificazione 
  • SCIA -  compilazione e inoltro on-line - si usa il modello MUDE on-line; N.B. per accedere al servizio deve essere inserito il dispositivo di firma digitale e certificazione
  • SCIA alternativa al Permesso di Costruire - compilazione e inoltro on-line - si usa il modello MUDE on-line; N.B. per accedere al servizio deve essere inserito il dispositivo di firma digitale e certificazione 
  • SCIA-AGI (agibilità) -  compilazione e inoltro on-line - si usa il modello MUDE on-line; N.B. per accedere al servizio deve essere inserito il dispositivo di firma digitale e certificazione
  • PERMESSO di Costruire - non ancora attivo il modello MUDE: si utilizzano i modelli disponibili sul sito del Comune di Torino.
I professionisti devono accreditarsi al sistema seguendo le indicazioni esposte nella guida Modalità di attivazione e configurazione.

Allegato Relazione Energetico-Ambientale

Si rammenta che ai sensi della Deliberazione della Giunta Comunale di Torino, prot. n. 2007-02910/20 del 22 maggio 2007, per tutte le pratiche edilizie  SCIA e SCIA-ALT-PDC di nuova presentazione è SEMPRE obbligatorio allegare il modello della Relazione Energetico-Ambientale (AE-RA). In caso di CILA, qualora nel modello MUDE si dichiari che le opere non rientrano nel campo di applicazione delle norme energetico-ambientali, non risulta necessario allegare all'istanza la Relazione Energetico-Ambientale.

Tariffe in vigore contributi di urbanizzazione e diritti di segreteria

PAGAMENTI PRATICHE EDILIZIE ATTRAVERSO BONIFICO BANCARIO

Qualora il pagamento di oneri e diritti a favore della Pubblica Amministrazione avvenga attraverso l'utilizzo di bonifico bancario, SI SOTTOLINEA che deve essere utilizzato il BONIFICO BANCARIO NON SOGGETTO A RITENUTE. Per evitare l'applicazione di ritenute, l'ordinante deve indicare nella motivazione del bonifico il Comune di Torino quale soggetto beneficiario e la causale del versamento (ad esempio oneri di urbanizzazione, diritti di segreteria e di presentazione, identificativo pratica di riferimento, ecc.). Non va invece riportato il riferimento agli interventi edilizi e ai provvedimenti legislativi che danno diritto alle detrazioni.
In presenza di tale modalità di compilazione, la banca dell'ordinante non codificherà il versamento come importo soggetto a ritenuta.