Regione Piemonte
Come comunicato alla pagina dedicata della Divisione Edilizia Privata, a partire dall' 8 gennaio 2024, l'unica modalità di pagamento accettata dal Comune di Torino per le istanze edilizie è il pagamento sincrono attraverso Pago PA, integrato all'interno dello step Pagamento della compilazione dell'istanza Mude, pertanto è stata eliminata la possibilità di allegare ricevute di pagamenti spontanei precedentemente effettuati. 
Si ringrazia per la collaborazione.

Il Consiglio comunale ha approvato il Documento Unico di Programmazione (DUP) e il Bilancio di previsione 2024 - 2026 con proprie deliberazioni n. 837/2023 e n. 840/2023, esecutive ai sensi di legge.
Si informa che dal 1° febbraio 2024 saranno in vigore le "Tariffe diritti atti e procedure edilizie", aggiornate e conformi al Tasso di Inflazione Programmato (TIP), dovute per la presentazione di istanze e di pratiche edilizie al Dipartimento Urbanistica ed Edilizia Privata.

I pagamenti sincroni mediante il portale pagoPA/Piemonte Pay saranno automaticamente aggiornati.

Per i pagamenti di tutte le tipologie di specie pratiche, si invita l'utenza a consultare ATTENTAMENTE le tabelle dei diritti atti e procedure, pubblicate sul sito web della Divisione Edilizia Privata alla pagina http://www.comune.torino.it/ediliziaprivata/atti/tariffe.shtml e linkate su Mude Open alla pagina https://www.mude.piemonte.it/site/operativita-presso-i-comuni-e-tariffe-presentazione-istanze, APPLICABILI A PARTIRE DAL 1° FEBBRAIO p.v..

Nei procedimenti edilizi relativi a CILA, SCIA, SCIA alternativa al PDC e PDC, nello step delle Qualificazioni, è stata introdotta la sezione che consente di indicare la tipologia di opere in precario oggetto dell'istanza.
La sezione "Opere in precario" diventa abilitata e a compilazione obbligatoria alla spunta del flag "opere in precario su suolo pubblico", già presente in precedenza all'interno dei modelli nella sezione relativa al "Tipo pratica" che si sta presentando.

Si comunica che nella compilazione della Notifica Preliminare Cantiere in Mude Open è stata eliminata la necessità di indicare il Responsabile lavori.
A tal riguardo si riporta quanto previsto dal D.lgs. 81/08, all'art. 89, comma 1 lettera c) che prevede che il responsabile lavori sia un "soggetto che può essere incaricato dal committente per svolgere i compiti ad esso attribuiti dal presente decreto", specificando altresì all'art. 93, comma 1 che "il committente è esonerato dalle responsabilità connesse all'adempimento degli obblighi limitatamente all'incarico conferito al responsabile dei lavori", pertanto in assenza del Responsabile lavori le correlate responsabilità sono da afferirsi in maniera automatica al "committente".

A circa 5 mesi dallo start up, si riportano i dati aggiornati relativi alla nuova versione dello strumento che permette l'invio on line delle pratiche edilizie         

Giovedì 23 marzo 2023 si è tenuta presso la Sala Trasparenza del palazzo della Regione la presentazione di MUDE Open, ormai vicino all’avvio effettivo.

Si precisa che il campo Partita IVA relativo all'anagrafica delle Persone Fisiche è dato facoltativo sempre e nel caso di professionisti può essere compilato con la P.IVA personale della Persona Fisica stessa.

Si comunica che nella sezione Guida all'uso del servizio  sono ora  pubblicate anche le istruzioni operative

In merito alle ricevute di Deposito e Registrazione delle istanze registrate da PA inviate con l'attuale MUDE,