News


L'accesso al servizio MUDE può avvenire esclusivamente tramite un dispositivo di autenticazione digitale e firma digitale. Il servizio è rivolto ai soli professionisti dotati di tale dispositivo.
Pertanto, per accedere al sistema NON RICHIEDERE credenziali ad altri servizi (come ad esempio Sistema Piemonte), ma dotarsi del kit digitale presso i certificatori autorizzati di firma digitale segnalati in questa pagina.

Grazie alle preziose indicazioni dei professionisti e tecnici comunali, i quali ci hanno trasmesso segnalazioni e suggerimenti, abbiamo potuto apportare alcune migliorie al modulo Richiesta contributi per la ricostruzione, in termini di facilità nella compilazione, precisione e sicurezza. Nello specifico siamo intervenuti chiarendo alcune terminologie, anche in funzione di richieste pervenute dagli istituti di credito.

Per questo motivo, al fine di rendere tutte le pratiche omogenee fra loro e consentire così un’istruttoria più efficiente ed efficace, invitiamo cortesemente tutti i professionisti che hanno già cominciato a compilare i moduli, o che li hanno già depositati, di riportare i dati sul modulo aggiornato ed eventualmente depositarlo di nuovo.

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione, Vasco Errani, ha deciso di predisporre in accordo con ANCI il “sistema informativo per la ricostruzione”, dando priorità, in prima istanza, agli immobili con esiti di agibilità certificati B, C ed E “leggere”.

La Regione Emilia Romagna e ANCI hanno ritenuto opportuno chiedere il supporto tecnico del CSI Piemonte con il quale, insieme alla Regione Piemonte e al Comune di Torino, era già in corso la collaborazione per la costruzione condivisa del MUDE (Modello Unico Digitale per l’Edilizia) previsto dalla legge 80/2006.
Questa collaborazione è sancita dagli accordi di cooperazione tra le Regioni Emilia-Romagna, Piemonte e Umbria deliberati dalla Giunta Regionale il 19 dicembre 2011.
Il “sistema informativo per la ricostruzione” si basa quindi sulla piattaforma tecnologica “MUDE Piemonte”, già funzionante da circa un anno per alcune tipologie di procedimenti edilizi.

In concreto i professionisti potranno predisporre ed inoltrare per via telematica tutta la documentazione necessaria per l’analisi delle pratiche. D’altro canto, i Comuni potranno interagire, sempre per via telematica, con i professionisti, le banche e la struttura Commissariale. I Comuni dell’Emilia-Romagna che potranno utilizzare il sistema saranno 61.

Il modulo Richiesta contributi per la ricostruzione potrebbe contenere ancora imprecisioni ed è ulteriormente migliorabile. I professionisti e i Comuni possono pertanto inviare segnalazioni entro le ore 18 di mercoledì 12 settembre a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il fac-simile del modulo può essere visualizzato e scaricato in locale cliccando qui (pdf, 268kB). Grazie per il contributo al miglioramento del servizio!