News


Come anticipato è ora disponibile il modello "Dichiarazione sullo stato di occupazione dell'abitazione" che consente di dichiarare la disponibilità di immobili per l’affitto al fine dell’iscrizione negli elenchi comunali, di cui all’art. 6 dell’ordinanza 119/2013 e all’art. 4 dell’ordinanza 26/2014.

Contestualmente è stata messa in esercizio una nuova funzionalità del sistema MUDE che prevede l’invio di una e-mail automatica verso il professionista (NO PEC, bensì all’indirizzo dichiarato dal professionista in fase di accreditamento), in occasione di ogni cambio stato occorso all’istanza ovvero ad ogni notifica che il Comune indirizza al professionista (ad esempio nel caso di richiesta di integrazione documentale).

AI professionisti si segnala la pubblicazione della “Guida MUDE FO - configurazione_AdobeReader_sha256” pubblicata nella sezione del sito web “Documenti e Guide”, utile a configurare in maniera adeguata l’Adobe Reader per l’apposizione della firma digitale.

 

E' stata pubblicata la versione 6 della "Guida MUDE FO - Modalità attivazione e configurazione"  con aggiornamenti di interesse per i professionisti che utilizzano il Front Office del sistema MUDE e che devono configurare la loro postazione di lavoro per accedere al sistema telematico.  L'aggiornamento si è reso necessario a seguito dell'entrata in commercio di nuove versioni di sistemi operativi e della loro configurazione con gli altri strumenti utilizzati. Gli aggiornamenti della Guida riguardano esclusivamente i paragrafi 2.2 e 2.3.4 del capitolo 2.

Si comunica che sono stati attivati nuovi comuni sulla piattaforma Mude:

Poviglio, San Cesario sul Panaro, Voghiera, Budrio e i comuni facenti parte dell'Unione Terre e Fiumi (Copparo, Ro Ferrarese, Tresigallo, Formignana, Jolanda di Savoia e Berra).

Siamo lieti di annunciare che il nuovo modulo " dichiarazione di contributo finale e fatture " è ora a disposizione dei professionisti che si trovino nelle condizioni di veicolare fatture dopo il SAL Finale a seguito di rideterminazione di contributo.
Tale modulo recepisce le indicazioni operative fornite dalle linee guida allegate al Decreto 163/2014
http://www.regione.emilia-romagna.it/terremoto/gli-atti-per-la-ricostruzione/2014/decreto-n-163-del-7-febbraio-2014-del-presidente-errani-in-qualita-di-commissario-delegato

Nel caso infatti venga emessa a fine lavori un nuova ordinanza di rideterminazione del contributo il comune darà comunicazione del contributo rideterminato ad impresa e professionisti i quali potranno emettere fattura dell'importo che verrà loro effettivamente liquidato a seguito di rideterminazione del contributo.
Sulla base del contributo rideterminato il professionista dovrà dichiarare con questo modulo i contributi rideterminati ed allegare le fatture relative alla parte di contributo rideterminato rimaste da liquidare.

Ringraziamo tutti per la collaborazione.  
Comunichiamo che il servizio è nuovamente disponibile  e siamo lieti di annunciare che a partire dal 10 gennaio 2014 è stato completato  il lavoro di riscrittura della modulistica MUDE iniziato con il dispiegamento del modulo SAL UNICO per ricomprendere le richieste di contributi ai sensi di tutte le ordinanze che riguardano edifici danneggiati di proprietà privata in un UNICO MODULO INTERATTIVO.

Questo modulo recepisce tutte le innovazioni normative introdotte dalle ordinanze 43-44-45 e successive del 2013 anche al momento della richiesta del contributo, ed implementa alcune significative modifiche al processo di richiesta e successiva determinazione del contributo (in particolare in tema UMI), tra cui:
  • introduzione della richiesta di contributi per UMI ordinarie, UMI collegate ed adiacenti
  • introduzione di un nuovo e più ampio elenco di figure professionali che possono essere pagate direttamente dalla banca prescelta
  • possibilità di richiedere il pagamento alla assegnazione del contributo delle spese tecniche di progettazione ai sensi dell'art. 6 della ordinanza 119/2013
  • introduzione del campo dettaglio delle spese per opere sulle parti di proprietà esclusiva anche per unità strutturali con livello operativo B/C
  • introduzione della tipologia di proprietario dell'immobile (proprietà pubblica, privata, organizzazione non a scopo di lucro di cui alla ordinanza N. 66/13)
  • numerose altre modifiche alle funzionalità necessarie alla presentazione di una richiesta di contributo.

Il nuovo modulo RCR UNICO sarà l'unico modulo utilizzabile a partire dalla data odierna, ciò significa che le pratiche non ancora depositate (inviate ai Comuni) alla data del cambio di modulo non saranno più utilizzabili e la compilazione della istanza dovrà essere re-iniziata da capo.

E’ stato anche aggiornato l’elenco degli Istituti di Credito convenzionati selezionabili nei moduli RCR e SAL.

Ringraziamo tutti per la pazienza e la collaborazione.