Notizie

Si comunica che in data 7 marzo 2017 è previsto il rilascio della versione 52 di Mozilla Firefox e che, a partire dalla suddetta versione, Mozilla Firefox dismette il supporto NPAPI dei plug-in di terze parti, fra cui quello di Adobe che consente la compilazione online dei moduli.

Per quanto precede si evidenzia dunque che a partire dalla versioni 52, Mozilla Firefox NON sarà più compatibile con le funzioni di compilazione online dell'applicativo MUDE.

Al fine di consentire ai propri utenti una graduale transizione a diversa soluzione, Mozilla ha previsto di mantenere la compatibilità con la tecnologia plug-in NPAPI fino a maggio 2018 tramite Firefox ESR, scaricabile dal seguente link:

https://www.mozilla.org/en-US/firefox/organizations/all/?q=italiano

Si raccomanda dunque agli utenti Firefox dell'applicativo MUDE di fare ricorso alla distribuzione alternativa Firefox ESR gratuitamente distribuita al suddetto link.

E’ possibile bloccare l'aggiornamento automatico della versione del browser selezionando Opzioni=>Avanzate=>Aggiornamenti =>Non cercare aggiornamenti.

L'applicativo MUDE sarà compatibile con i browser:

Si comunica che il servizio è stato riattivato.

Sono ora operative alcune variazioni che interessano tutti gli utilizzatori della piattaforma MUDE Piemonte:

  • Rimodulazione stato istanza “ACCETTATA da PA” in “REGISTRATA da PA”;
  • Rimodulazione stato istanza “RIFIUTATA da PA” in “RESTITUITA per VERIFICHE”;
  • Comunicazione all’interno delle Notifiche istanze e nella relativa mail inviata al professionista, delle indicazioni relative all’avvio del procedimento;
  • Miglioramenti al modello “Attestazione di Agibilità”.

Si ringrazia per la collaborazione.

In merito alle anomalie segnalate la settimana scorsa nella gestione delle date da parte della versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC, comunichiamo che abbiamo ricevuto comunicazione da parte di Adobe in cui si informa che è stata predisposta una patch di correzione, reperibile all'indirizzo https://helpx.adobe.com/acrobat/release-note/acrobat-dc-january-19-2017.html.

Le note di release relative alla patch sono all'indirizzo http://www.adobe.com/devnet-docs/acrobatetk/tools/ReleaseNotes/DC/dcclassic15.006january2017ooc.html#forms

Di fatto la patch avanza la release di Adobe Acrobat DC dalla 15.023.20053 (ovvero quella che presenta l'anomalia) alla successiva 15.023.20056.

Invitiamo pertanto l'utenza che sta utilizzando la versione 15.023.20053 di Adobe Acrobat DC a:

  • installare la patch sopra citata (a questo proposito Adobe comunica che i pacchetti distribuiti alla pagina di riferimento sono preconfezionati in modo da eseguire l'aggiornamento solo sull'ambiente corretto, ovvero se si dovesse scaricare erroneamente l'eseguibile non corretto per il proprio ambiente, la patch automaticamente se ne accorgerebbe e non si avrebbero conseguenze)
  • verificare le proprie istanze di competenza inserite dal 17 gennaio fino alla data di installazione della patch, in modo da controllare che le date effettivamente presenti a sistema siano corrette

Ringraziamo per la collaborazione

Il Commissario straordinario del Governo, Vasco Errani, nominato dal Consiglio dei Ministri per la ricostruzione nei territori del centro Italia colpiti dal terremoto, ha richiesto formalmente alla Regione Piemonte e al Comune di Torino, nonché alla Regione Emilia Romagna, l’utilizzo della piattaforma MUDE Piemonte e della relativa modulistica, per gestire tutte le richieste di contributo per la ricostruzione, così come avvenuto per il sisma 2012 che ha colpito l’Emilia Romagna.
La Regione Piemonte e il Comune di Torino hanno risposto affermativamente alla richiesta del Commissario, pertanto sono iniziate le attività necessarie a configurare la piattaforma alle nuove esigenze.
Questo nuovo utilizzo del MUDE Piemonte, che vede coinvolte quattro Regioni e 131 Comuni, comporta delle ricadute sugli attuali utilizzatori del sistema esclusivamente per quanto riguarda la fruizione del servizio in quanto, sicuramente nella prima fase di assestamento della modulistica in ragione delle ordinanze commissariali, si potranno verificare dei fermo servizio con frequenza maggiore rispetto a quella canonica e programmata.
Siamo certi che questo disagio sarà compreso dagli attuali utilizzatori del sistema, che ringraziamo fin d’ora per la considerazione e collaborazione.

Alla sezione Tavolo MUDE sono pubblicati Ordine del Giorno  e Verbale della riunione del Tavolo tenutasi il 12 gennaio 2017.

Si rende noto che è disponibile il  comunicato  contenente i chiarimenti in merito all'entrata in vigore e relativi adempimenti del Decreto Legislativo 25 novembre 2016 n.222.

La ASL di Alessandria, considerata la positiva esperienza finora conseguita con l’inoltro telematico della Notifica Preliminare Cantiere, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 99 del D.lgs 81/2008 e smi, ha inteso estendere, in accordo con il Comune di Tortona, la fase di sperimentazione ai cantieri che saranno aperti nel Comune di Tortona.

Da lunedì 19 settembre 2016 sarà possibile inoltrare la Notifica Preliminare Cantiere attraverso il sistema MUDE Piemonte agli uffici dello SPRESAL dell’ASL di Alessandria, in forma telematica ed esclusivamente per i nuovi cantieri che saranno aperti nel Comune di Tortona. Gli aggiornamenti per le notifiche presentate in cartaceo continueranno ad essere presentati in forma cartacea.

La Notifica preliminare inoltrata tramite il MUDE Piemonte è valida a tutti gli effetti, pertanto non è necessario presentare copia cartacea presso alcuno degli uffici della ASL o del Comune. Gli aggiornamenti successivi saranno inoltrati con le stesse modalità.

Per gli aspetti operativi consultare la guida specifica

Sono disponibili al seguente link http://www.regione.piemonte.it/oopp/index.htm gli atti del convegno tenutosi giovedì 21 luglio 2016 sugli ambiti applicativi del Regolamento Regionale 23 maggio 2016, nr 6/R “Norme in materia di sicurezza per l’esecuzione dei lavori in copertura”.

A partire dal 27 giugno 2016 su questo sito, nell’area dedicata ai professionisti alla voce “Guida all’uso del servizio on-line e formazione”, è disponibile un'apposita sezione denominata “Lavori in copertura”.
In questa sezione il professionista trova i modelli di allegato che devono essere utilizzati per la presentazione di istanze digitali che prevedono l’esecuzione di lavori in copertura, secondo le previsioni definite nel regolamento regionale 23 maggio 2016 n. 6/R; in tale dispositivo sono infatti stati previsti appostiti allegati la cui compilazione è necessaria ai fini della presentazione dell’istanza edilizia: tali modelli dovranno dunque essere utilizzati necessariamente dal professionista in sede di presentazione dell’istanza, consentendo l’eventuale utilizzo di formati diversi esclusivamente per gli allegati forniti in fac-simile (Allegato 1 parte C e parte B). I modelli, in formato PDF, compilabili con l’ausilio di un normale Adobe Reader, devono essere firmati digitalmente, dopo il relativo scarico in locale, nonché allegati all’istanza di riferimento.
In particolare con riferimento all’elaborato grafico Allegato 1 parte B, nell’area suddetta è messo altresì a disposizione del professionista un fac-simile in formato PDF statico, e come tale non lavorabile, al fine di consentire la visione di un esempio di quanto potenzialmente predisponibile in termini di progetto grafico dell’intervento, oltre che favorire una certa uniformità di redazione di tipo strutturato e completo.
Infine per facilitare la redazione dell’elaborato, seguendo quanto rappresentato nel fac-simile, il professionista ha a disposizione due modelli vettoriali, in formato DWG e DXF, che può scaricare in locale e aprire col proprio strumento CAD potendo così usufruire di una base di inquadramento già predisposta (in particolare per quanto riguarda le legende e la simbologia grafica adottata); il risultato finale sarà dovrà comunque essere sempre un file PDF firmato digitalmente da allegare all’istanza.
I modelli MUDE Piemonte sono già adeguati affinché fra gli allegati previsti nei vari modelli interessati, siamo presenti quelli riferiti agli Elaborati Tecnici di Copertura (ETC) raccolti sotto un nuovo gruppo allegati denominato “LAVORI IN COPERTURA”. Entro l’autunno la modulistica sarà completata con l’introduzione delle nuove sezioni dichiarative e asseverative che permettono di assolvere alle varie casistiche previste dal regolamento e contestualmente si provvederà alla redazione di una Guida alla compilazione dei modelli.

La Giunta regionale, con D.G.R. 13 giugno 2016, n. 28-3481 (pubblicata sul BU Bollettino Ufficiale n. 24 del 16/06/2016),  ha adeguato i contenuti informativi dei modelli "MUDE Piemonte" a quelli nazionali adottati con "Accordo tra Governo, regioni e EELL, per l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione della Denuncia di Inizio Attività alternativa al permesso di costruire. Accordo, ai sensi dell'art. 9, c. 2, lett. c), dlgs 28 agosto 1997, n. 281", nonché la loro diffusione con il sistema telematico MUDE Piemonte.

In occasione di precedenti dichiarazioni di conformità della modulistica regionale, l’Assessore competente, con comunicato BU51S2 18/12/2014, aveva fornito ulteriori elementi di indirizzo alla conformità dei modelli, al loro utilizzo e diffusione.