Notizie

A far data dall'8 GENNAIO 2018 gli indirizzi relativi ad opere edilizie inseriti tramite il sistema Mude Piemonte dovranno, obbligatoriamente, essere rilevati attraverso l'utilizzo della funzione di georeferenziazione, scegliendo fra quelli proposti dal sistema senza alterarne il contenuto, al fine di consentirne il corretto inserimento toponomastico nell'archivio.

Le pratiche per le quali non risulterà correttamente individuato l'indirizzo, rispetto a quanto codificato nella toponomastica cittadina, verranno restituite per la regolarizzazione dell'indirizzo sopraindicata.

Si precisa che, solo ed esclusivamente per i nuovi indirizzi non ancora codificati in toponomastica e quindi non georiferiti, al fine di permettere l'inoltro della pratica edilizia, si potrà, con una dichiarazione specifica del professionista incaricato, indicare un fronte (o un civico più prossimo al cantiere o al futuro ingresso finale dell'edificio) con l'impegno a comunicare il nuovo indirizzo assegnato non appena ottenuto.